Scritto il . Postato in #OCCHIOALLAMODA.

NOIR80, la collezione da sole di OICLAB ispirata agli anni ruggenti.

Gli anni ’80 sono stati una fabrica eccentrica di stili e tendenze. Sono stati gli anni delle paiellettes, dei tacchi a spillo, delle donne bellissime e avvenenti che hanno saputo anche affermarsi sul lavoro. Anni in cui il mondo cresceva, il mercato esplodeva, la moda soprattutto quella made in Ialy e i grandi nomi si sono affermati. E poi c’era l’arte, la musica tra il pop, il rock, il grunge, sound che hanno fatto storia, band e artisti che sono diventate nel tempo icone sia per la loro musica che per la loro personalità. E proprio a questi anni ruggenti che si ispira NOIR ’80 la collezione sole total black di OICALAB.

noir80

Ispirazione OICLAB

E a questo show fatto di moda e musica OICLAB dedica la collezione sole NOIR’80, una capsule di sette modelli completamentali in total black in cui si rimarca il concetto dello status symbol, dell’affermazione di una personalità forte attraverso la scelta dell’accessorio.

Fascino, successo, potere, mistero, nostalgia, eccesso, sono questi gli ingredienti che si sintetizzano nelle varie forme pensate per Noir ‘80. La collezione che gioca sul contrasto della linea essenziale per una personalità stravangante ed eccessiva. Perché nei vari modelli proposti, tuti unisex, le forme sono minimal  combinate a montature lucide e pesanti. Linee vintage che tornano esageratamente di moda per uno stile unico e stravagante.

David, Bruce, Simon, Michael, Kurt, Freddie e Cindy sono proprio loro le icone di questi anni, quelle che hanno dettato moda e fatto tendenza, alcuni degli artisti che hanno osato con i loro look eccentrici e provocatori e che hanno ispirato il mood di questa prima collezione sole limited edition. Miti d’oltreoceano, mode e stili di vita che abbiamo sintetizzato in un unico colore, deciso, forte e personale come il nero e in forme retrò che rivivono una nuova contemporaneità.

 

Ricordando la moda degli anni ’80

Ma come erano gli anni’80? Per chi c’era e per chi ancoranon era nato, ecco qui un volo rapid su quel periodo che un po’ tutti ricordiamo con nostalgia e che oggi ritorna in auge in molti elementi dellamoda e del sesign.

Gli anni ’80 sono gli anni dell’ecceso, eclettici e originali, non ci sono regole precise, ma si sperimenta, si mescolano accessori e colori. Essere stravaganti è obbligatorio, mentre osare e farsi notare è il leitmotiv della moda di quel periodo.

Spalle imbottite, top succinti, cotonature e gel sui capelli, tinte fluo. Questi alcuni degli elementi che caratterizzano il decennio. Sono gli anni delle giacche esagerate e dei jeans a vita alta con il maglione o la felpa infilati dentro, dei fuseaux e dei colori accesi, maniche a pipistrello e maglie a rete. Sono gli anni del bomber, delle sneaker e degli stivali da cowboy. La cultura dell’apparire la fa da padrona. La cura del corpo diventa una fissazione collettiva, tra sedute di aerobica e lampade abbronzanti, sono gli anni dell’aerobica, dei body in lycra, scaldamuscoli e fuseaux.

In questo decennio, le donne che entrano nel mondo del lavoro sono sempre più numerose  e per affrontare il mondo degli affari ad armi pari con gli uomini il loro look diventa quasi maschile, con tailleur severi, spalle oversize, i blazer over, mentre lasciano per la sera abiti fascianti, paiellettes, spacchi vertiginosi, tacchi a spillo, gioielli vistosi e i capelli cotonati.. un po’ come le protagoniste di Dallas e  Dinasty.  Come l’abbigliamento, anche la musica è scatenata, carica di spensieratezza e voglia di divertirsi. Duran Duran, gli Spandau Ballet, i Depeche Mode, i Pet Shop Boys, Police, A-ha, Rem, Metallica, Ultravox. Nascono il synthpop, il new wave, il rap e l’hip-hop.   Sul panorama internazionale arriva il ciclone Madonna e la musica diventa show a tutti gli effetti.